english version
MOSTRE FUTURE    
WORLD
ITALIA
FATHER McGIVNEY
EVENTI
MUSEO
RESTAURI
PUBBLICAZIONI
NUMISMATICA
CENTRI SPORTIVI
TORNEO GALEAZZI
CONTATTI
AREA RISERVATA
Numero visitatori 277311
 

.

Giovanna D’Arco
dal 1 Maggio 2007 al 3 Settembre 2007

Il Museo dei "Cavalieri di Colombo" presenterà una mostra su Giovanna D’Arco, eroina francese vissuta nel medioevo (1412-1431).
La mostra inizierà a maggio e durerà fino a Labor Day 2007.

La vita di Giovanna D’Arco ha inspirato molte persone. Conosciuta come la Pulzella di Orléans, ebbe il merito di riunificare il proprio Paese contribuendo a risollevarne le sorti durante la guerra dei cent’anni.
Nata in una famiglia di contadini della Lorena, molto religiosa, Giovanna aveva tredici anni quando disse di udire voci celestiali spesso accompagnate da visioni.
Sebbene non le fosse stata affidata formalmente nessuna carica militare, Giovanna divenne ben presto una figura centrale nelle armate francesi: vestita da soldato, impugnando brando e bandiera bianca con raffigurato Dio nell’atto di benedire il fiordaliso (stemma reale francese).
Raccolse un gran numero di volontari da tutto il regno e guidò le truppe infervorate in battaglia contro gli Inglesi
Dopo la consacrazione di Carlo VII, Giovanna continuò le proprie campagne contro gli Inglesi ma a causa dell’insistenza del Re, dovette temporaneamente dedicarsi ad azioni più limitate.
Il monarca, infatti, voleva allontanare dalla scena la passionaria Giovanna.
In seguito venne catturata, e sottoposta a processo come strega,.
Venne condannata a morte e giustiziata pubblicamente sul rogo all’età di diciannove anni.
La Chiesa riaprì l’inchiesta: il tribunale fu riconosciuto come illegittimo e Giovanna fu riabilitata e riconosciuta innocente.
Fu proclamata santa da Papa Benedetto XV nel 1920.

La mostra è stata precedentemente presentata al "Concoran Gallery" di Washington e mira a presentare la Giovanna: guerriera coraggiosa, vergine fanciulla, suddito fedele e prigioniera condannata a morte.
Le opere della mostra provengono da tutta l’Europa e dagli Stati Uniti.

Ritorna alla lista